Onicomicosi: come trattarle nel tuo salone

onicomicosi come trattarla in salone

L’onicomicosi è un’infezione che se non curata tempestivamente può danneggiare seriamente le unghie delle mani e dei piedi.

È quindi molto importante riconoscere i sintomi e la gravità e suggerire alle tue clienti di rivolgersi ad un medico dermatologo per avere la diagnosi corretta: nessun trattamento estetico può sostituire il parere e la prescrizione medica.

In salone, il compito di una buona onicotecnica è quello di prevenire il diffondersi delle infezioni con trattamenti preventivi, la massima igiene e l’identificazione dell’insorgere del problema. Vediamo insieme in che cosa consiste l’onicomicosi, come si prende, come evitarla e quali trattamenti consigliare alle tue clienti.

 

Cos’è l’onicomicosi: i sintomi

 

L’onicomicosi, o micosi ungueale, è un’infezione che può essere provocata da diversi tipi di funghi (il più comune è il fungo dermatofita): sono microorganismi patogeni che penetrano nell’unghia e che si nutrono di cheratina che è la sostanza di cui è composta l’unghia. Questi microorganismi attaccano e consumano l’unghia indebolendola.

I primi segnali che potrebbero indicare una micosi alle unghie sono la comparsa di macchie bianco giallastre sul margine della lamina dell’unghia. Le macchie tenderanno a estendersi a tutta l’unghia e la conseguenza potrebbe portare poi all’onicolisi, ossia lo scollamento spontaneo, parziale o totale, dell’unghia dal letto ungueale sottostante.

A volte, la micosi si manifesta in modi diversi:

– l’unghia è più fragile

– ha un odore sgradevole

– presentare un ispessimento

– la lamina è opaca

– l’unghia è deformata

– tessuti in prossimità dell’unghia sono infiammati

micosi unghia

Come si prende? Le cause della micosi delle unghie

È dimostrato che l’insorgenza dell’onicomicosi è favorita dagli ambienti umidi e caldi come, ad esempio, scarpe strette e non traspiranti che soffocano il piede e lo fanno sudare, come anche l’utilizzo frequente di calze in nylon.

Tra i luoghi pubblici a maggiore rischio ci sono le saune, le docce delle palestre e le piscine dove si cammina scalzi, ma oltre all’ambiente ci possono essere altri fattori:

  • eccessiva sudorazione
  • disturbi circolatori
  • diabete
  • età avanzata
  • cattiva igiene

Ma vediamo insieme cosa possiamo fare nel nostro centro estetico per prevenire e aiutare la guarigione dall’onicomicosi.

 

Trattamento contro onicomicosi

 

 

Tutti i trattamenti estetici in caso di onicomicosi

 

Il trattamento dell’onicomicosi può richiedere tempo e pazienza. Le opzioni di trattamento posso essere sia farmaci somministrati per via orale, sia creme o unguenti antimicotici da applicare localmente come, ad esempio, Antifungal Solution che contiene tolnaftato, ingrediente utilizzato per curare le unghie con lievi problemi di micosi.

In alcuni casi può rendersi necessaria la rimozione della parte dell’unghia infetta e, in casi particolari e gravi, la rimozione chirurgica dell’unghia con micosi per consentire la crescita di una nuova unghia sana. È importante seguire le indicazioni del medico e adottare misure preventive per evitare la diffusione dell’infezione e ridurre il rischio di reinfezione.

Nel caso invece di onicolisi e se noti uno dei sintomi di onicomicosi sulle unghie di una delle tue clienti puoi utilizzare dei prodotti sicuri e professionali che rallentano la progressione dell’infezione e aiutano l’unghia a guarire. Due prodotti che ti suggeriamo sono la crema Podologic Medical e il siero Podologic Medical per pelle e unghie con sintomi di micosi. Entrambi hanno proprietà antifungine e il potere di rigenerare la pelle e la lamina ungueale, idratando e creando uno strato protettivo. Inoltre, leniscono le irritazioni donando una piacevole sensazione di comfort

 

 

Come prevenire i funghi alle unghie

 

Per evitare di incappare in questa fastidiosa e antiestetica infezione possiamo attuare delle semplici accortezze, ma molto utili.

1- asciugare sempre bene mani e piedi, soprattutto nello spazio tra le dita

2- evitare di camminare scalzi in ambienti comuni umidi come spogliatoi e piscine

3- prediligere scarpe traspiranti e, quando possibile, scarpe aperte

4- controllare il colore delle unghie naturali di mani e piedi

5- Affidarsi a professioniste onicotecniche per la manicure e pedicure che sappiano identificare un eventuale problema e consigliarti cosa fare.

 

 

Come migliorare l’estetica delle unghie in seguito ad una micosi?

 

In caso di onicomicosi è necessario curare l’unghia infetta seguendo le prescrizioni del medico dermatologo e utilizzando dei prodotti curativi e rinforzanti. Purtroppo, anche dopo essere guarite, le unghie non riprendono subito il loro aspetto originale e potrebbero rimanere un po’ deformate.

In questo caso è possibile intervenire con una ricostruzione, ma solo se si ha la conferma del medico che l’infezione sia definitivamente debellata. La ricostruzione avrà due vantaggi: quello di migliorare l’estetica del piede o della mano e di proteggere l’unghia sana nella sua ricrescita naturale.

Vediamo insieme il procedimento corretto per eseguire una ricostruzione su un’unghia guarita da micosi, ma danneggiata:

 

1- Prepara l’unghia con una pulizia accurata del girocuticole e l’opacizzazione e accorcia bene il bordo libero

Questa fase è molto importante data la presenza dei segni della micosi: è necessario limare correttamente la parte danneggiata in modo da favorire la ricrescita omogenea dell’unghia naturale.

 

2- Successivamente potrai procedere con la ricostruzione unghie scegliendo prodotti con formule rinforzanti come:

– in gel con la linea Lux Sculpter Gel: builder gel rinforzanti con cheratina, vitamina A e formula 20-free. Sono prodotti elastici e autolivellanti, perfetti per lavori da salone che richiedono poca limatura e adatti a unghie fragili;

-la linea di semipermanenti Ceramic Gellac, smalti senza Hema e con formula 22-free unica sul mercato con la HARD BASE CERAMIC.

– per unghie solo naturali: Base Argan e la linea di smalti 7days Lux Lac che asciugano all’aria e hanno una formula rinforzante con cheratina e vitamine A, E, B5, senza Hema e 20-free, oppure il famoso trattamento P-Shine Manicure Giapponese

 

3- E’ preferibile utilizzare basi trasparenti per poter monitorare la regressione della micosi.

 

siero farmona

 

Trattamenti e suggerimenti per trattare correttamente l’onicomicosi nel tuo centro estetico

 

In questo articolo abbiamo visto in che cosa consiste l’onicomicosi e come è necessario affrontare il problema con la tua cliente.

La cosa più importante da sottolineare è la necessità di un consulto del medico dermatologo per la diagnosi e la terapia da seguire: nessun trattamento estetico può sostituire il parere del medico.

In salone però possiamo riconoscere i sintomi e prevenire che l’infezione si espanda intervenendo con trattamenti preventivi e la massima attenzione alla sterilizzazione degli attrezzi e disinfezione della postazione di lavoro.

Scopri tutti i nostri prodotti per prevenire le micosi delle unghie, ma ricorda che tutte le informazioni che ti abbiamo dato non sostituiscono il parere di un medico, che va sempre consultato prima di intervenire con qualsiasi trattamento.

Eniinails ha a cuore la salute e la bellezza delle unghie: il nostro amore per i dettagli e l’attenzione alle materie prime rendono i nostri prodotti unici.

 

 

 

×